FacebookTwitterPinterest

 

 

 

 

 

 

Ricevere il sangue è un diritto

Donarlo è un dovere civile

 

Diventa donatore arrow white

tel0471 400 874

La donazione

come-donare

La donazione

La trasfusione di sangue intero è innocua per il donatore, dura dai 5 agli 8 minuti e il volume di sangue prelevato è stabilito per legge in 450 centimetri cubici (più o meno il 10%).

Dopo la donazione viene offerto un ristoro per reintegrare i liquidi e migliorare il comfort. Ai lavoratori dipendenti viene riconosciuta per legge una giornata di riposo retribuita.

A ogni donazione donatore e sangue prelevato sono sottoposti ai seguenti esami:

  • esame emocromocitometrico completo
  • transaminasi ALT con metodo ottimizzato
  • sierodiagnosi per la Lue
  • HIVAb 1-2 (per l'AIDS)
  • HBsAg (per l'epatite B )
  • HCVAb e costituenti virali (per l'epatite C)
  • Conferma del gruppo sanguigno (AB0) e del fattore Rh
  • Alla prima donazione vengono determinati:
  • ABO, Fenotipo RH completo, Kell
  • Ricerca anticorpi irregolari Anti-eritrociti

Tra una donazione è l'altra devono passare come minimo 90 giorni. Gli uomini possono donare sangue intero 4 volte l'anno, le donne 2 volte.

Le sospensioni temporanee

Esistono alcune problematiche che comportano la sospensione temporanea delle donazioni. Nella tabella sottostante elenchiamo una sintesi delle più comuni. Per casi non segnalati o per approfondimenti ogni donatore è invitato a contattare il medico della propria sezione.

 

EVENTO

SOSPENSIONE

In caso di influenza o febbre superiore a 38°C

2 Settimane dopo la guarigione clinica

In caso di raffreddore

sospensione limitata alla fase acuta

Assunzione di aspirina, antinfiammatori non steroidei, antidolorifici
(se occasionale)

7 giorni dall'ultima assunzione

Assunzione di antibiotici o antiomicotici

7 giorni dall'ultima assunzione

Pulizia dentale (detrartrasi)

48 ore

Intervento odontoiatrico minore con anestesia locale

1 mese

In caso di allergia

7 giorni dalla fine dell'episodio allergico

Vaccinazione antiallergica

72 ore

Vaccinazione contro rosolia, tubercolosi, febbre gialla, morbillo, antivaiolo, antipolio orale, parotite

1 mese

Vaccinazione contro tetano (non con siero), influenza, difterite, pertosse, febbre tifoide e paratifoide, colera, rabbia (a scopo profilattico)

48 ore

Vaccinazione con sieri di origine animale (es. contro tetano o epatite B con siero)

4 mesi

Vaccinazione contro epatite A

72 ore

Vaccinazione contro epatite B (non con siero)

4 settimane

Viaggio in zone tropicali

3 mesi se al rientro non si segnalano episodi febbrili

Viaggio in zona malarica (con o senza profilassi)

6 mesi se al rientro non si segnalano episodi febbrili

Soggiorno per oltre 6 mesi, anche se non continuativi, nel Regno Unito, dal 1980 al 1996.
Trasfusioni allogeniche nel Regno Unito dopo il 1980

sospensione definitiva

Per i rischi relativi ai viaggi consulta

Informazioni ai viaggiatorinella sezione Prevenzione e Controlli del Ministero della saluteoppure, le pagine dell'
OMS(Organizzazione Mondiale Sanità - Inglese)

Agopuntura (se non se non si può documentare che è stata praticata da medico autorizzato, con utilizzo di aghi a perdere)

4 mesi

Tatuaggi

4 mesi

Piercing o foratura delle orecchie (se non praticata e documentata da medico e con utilizzo di aghi a perdere)

4 mesi

Ciclo mestruale

non si può donare durante il ciclo

Parto

1 anno

Interruzione gravidanza

6 mesi

Assunzione di pillola anticoncezionale

nessuna sospensione

Rapporti sessuali con potenziale trasmissione di malattie infettive (rapporti occasionali protetti o non)

4 mesi. L'abitudine a tali tipi di rapporti costituisce criterio di esclusione definitiva.

Esposizione accidentale a sangue

4 mesi

Trasfusioni di sangue

4 mesi

Endoscopie (gastroscopie, colonscopie...)

4 mesi

Uso di catetere (non monouso)

4 mesi

Ulcera duodenale in fase acuta

finchè la gastroscopia è negativa e 4 mesi dopo l'endoscopia.

Interventi chirurgici importanti
Es. per gravi traumi, tiroidectomia, su grosse articolazioni, ecc.

1 anno

Altri interventi chirurgici

Generalmente 4 mesi, ma il medico può variarla in base alla valutazione della patologia sottostante e della guarigione chirurgica.

faq
Preoccupazioni o domande?

Guarda la nostra area di supporto dove trovano
le domande e le richieste frequenti

Leggi oltre
Cliccando sul bottone sopra dichiara di accettare la Privacy

4a1

4a2